Consultazione delle Locuzioni

Consultazione delle locuzioni


Elenco delle Voci
ivi pochi di. [A ]
Io sto a bada di vederlo. [A BADA. ]
Io abbaglio. [ABBAGLIARE. ]
io addestro il tale: [ADDESTRARE ]
io glien' ho dato un' annata, [ANNEA ]
io non so chi mi tien, ch' i' non faccia. [A POCO ]
Io assuef il tale alla tal cosa. [ASSUEFARE ]
In un' atamo, [ATOMO, e ATAMO ]
Il tale non m' attien nulla, [ATTENERE ]
I granchi vogliono, o credon morder le balne, [BALENA ]
Il morto in su la bara [BARA. ]
Il baston fa fuggre il can dalle nozze. [BASTONE ]
In un batter d' occhio, [BATTERE ]
Immollare il becco, [BECCO ]
In questo modo gli si torr tutto 'l bello. [BELLO. ]
Io ho i miei bisogni [BISOGNO. ]
Io non la posso, capre, [CAPERE. ]
Io la capsco. [CAPERE. ]
Il tale n' ha avuta la carica. [CARICA. ]
In celato, [CELATO. ]
Il tale un bel cero, [CERO. ]
Io t' ho avuti miglior bracchi alla coda, [CODA. ]
Il tal fiume tiene in collo. [COLLO. ]
Io ti mando la tal cosa a condotta del tale. [CONDOTTA. ]
Io son convenuto con lui di tanto. [CONVENIRE. ]
Io ho disegnato d' andare a Roma. [DISEGNARE. ]
Io tene disgrado [DISGRADATO. ]
Io non te ne so, ne grado, ne grazia. [DISGRADATO. ]
In dispetto, [DISPETTO. ]
Il tal monte domina la Citt. [DOMINARE. ]
IN EFFETTO, [EFFETTO. ]
Io l' ho stolto, o distolto dalla tal cosa, [ESTORRE. ]
Io non ho che far di lei. [FARE. ]
Il tale fece bene in quel traffico: o, vi fece male. [FARE. ]
Io voglio le mie fatiche, [FATICA. ]
in fe d' Iddio [FEDE. ]
Io non ho filo della tal cosa. [FILO. ]
il vento rinfresca, [FRESCO. ]
io sto fresco, [FRESCO. ]
In fretta, [FRETTA. ]
I granchi voglion morder le balane [GRANCHIO. ]
i' venni, [I ]
i' feci, [I ]
i' dissi, [I ]
Io l' ho impiegato nella tal cosa. [IMPIEGARE. ]
IN QUA, [IN ]
IN LA, [IN ]
IN GIU, [IN ]
IN SU, [IN ]
IN BASSO, [IN ]
IN ALTO. [IN ]
In quel mezzo tempo, [IN. ]
In quattro anni, [IN. ]
In cambio di combattere, egli and a dormire [INCAMBIO. ]
Inchinare a uno [INCHINARE. ]
Ingaggiare a usura, [INGAGGIARE. ]
Ingrossar la coscienza [INGROSSARE. ]
Io andr in istante. [IN ISTANTE. ]
In cottimo [IN SOMMA. ]
In su la mezza notte. [IN SU. ]
Intorno a mille fiorini, o poco pi, o poco meno. [INTORNO. ]
Introdurre a favellare. [INTRODURRE. ]
Io non ti stimo un lupno, [LUPINO. ]
io conosco la tua mano. [MANO. ]
in questo mezzo. [MEZZO. ]
Io ho avuto buon mezzo. [MEZZO. ]
Io non te la mosterrei, ne anche se tu mi pagassi. [NE. ]
Il tale galant' huomo, ne' vero? [NE. ]
Io gliele dissi a colui, ne' vero, [NE. ]
Io me ne voglio andare al paese. [PAESE. ]
io patisco a vedere la tal cosa. [PATIRE. ]
il muro ha patito, [PATIRE. ]
il grano ha patito, [PATIRE. ]
Il lupo cangia il pelo, ma non il vezzo, [PELO. ]
Io ho a ritrarmi, [PER. ]
io ho ad amare. [PER. ]
Io non ne posso col tale, [POTERE. ]
Io ti prego felicit, [PREGARE. ]
io ti prego cento mal' anni. [PREGARE. ]
In pro, e 'ncontra, [PRO. ]
Io ti prometto, ch' ell' cos. [PROMETTERE. ]
In qua, [QUA. ]
il quadrato di Saturno, [QUARTA. ]
Io son condotto a questo, [QUESTI. ]
Io non vo' pi ricalcitrar questa cosa. [RICALCITRARE. ]
in rispetto, [RISPETTO. ]
Io non vo' questo schizzo. [SCHIZZO. ]
in segreto [SEGRETO. ]
In sembiante, [SEMBIANTE. ]
In sentenzia, [SENTENZA. ]
Io, e le cose mie sono al servigio tuo, [SERVIGIO. ]
il fuoco serve a scaldare. [SERVIRE. ]
Imparare alle sue spese, [SPESA. ]
Io stento a riscuotere il mio credito. [STENTARE. ]
In un succio, [SUCCIARE. ]
investre il suo, [SUO. ]
il panno ha buon taglio, o cattivo taglio, [TAGLIO. ]
ire al tasto. [TASTO. ]
In buona tempera. [TEMPERA, e TEMPRA. ]
in quel torno. [TORNO. ]
In vece, [VECE. ]
Il vero non ha risposta, [VERO. ]
Il lupo cangia il pelo, ma non il vezzo. [VEZZO. ]