Ricerca del contesto

Esito della ricerca nel lemmario



Il lemma compare un' unica volta nel Vocabolario.

ROSATO.
Di rose. Latin. roseus.
 <[Pier] Crescenzio libro 4, capitolo 48, numero 10>-<Volgarizzamento di Pier Crescenzio dell'agricoltura, corretto dall'Inferigno, e stamp. da Cosimo Giunti in Firenze. Citasi a libri, capitoli, e numeri, i quali numeri cominciano da ciascun capitolo, andando di dieci in dieci versi.>  Cresc. 4. 48. 10. Confortasi il calore, e la digestion sua, e fassi di color rosato.
 <[Giovanni] Boccaccio Novella 35, numero 10>-<Decamerone di M. Gio. Boccacci corretto dal Cavalier Lionardo Salviati, stampato in Firenze: citasi a numero delle novelle, contando da una infino a cento. I numeri son posti di dieci in dieci versi, cominciando da ogni novella, e da ogni altra parte principale di quell'opera, come dal proemio, dall'introduzione, da' principi, da' fini delle giornate, e dalla conclusione.>  Bocc. nov. 35. 10. E quegli niuna altra acqua, che o rosata, o di fior d' aranci, o delle sue lagrime, non innaffiava giammai. Oggi, acqua rosa. Lat. aqua rosacea.
 Vita di Plutarco-Volgarizzamento delle Vite di Plutarco. Testo a penna. Di Pier Segni nostro accademico.  Vit. Plut. Dalla sua mano subitamente uscía olio rosato [cioè olio dove sia messo rose in infusione]
 <Dante nel Purgatorio, canto 3>-<Poema, o vero la divina Commedia di Dante Alighieri, corretto dagli Accademici della Crusca. Stamp. in Firenze in Ottavo. Citansi i Capitoli di ciascheduna Cantica.>  Dan. Purg. 3. per similit. La parte oriental tutta rosata.
 <Petrarca nel capitolo 7.>-<[Canzoniere, e capitoli di M. Francesco Petrarca, corretto da Alfonso Cambi Importuni, stampato in Lione l'anno 1574. Citansi le canzoni col numero di esse, cominciando a contar da una sino al fine: e di esse medesime si cita il numero delle stanze: sotto nome di Canzone intendiamo tutte le rime fuorchè i Sonetti, e Capitoli]. I Capitoli si citano, e contrassegnano nello stesso modo. In alcuni luoghi ci siam serviti de' Testi a penna, come migliori.>  Petr. cap. 7. Divotamente poi mise in silenzio Quelle labbra rosate [cioè di color di rose]
 <Matteo Villani libro 9 capitolo 97.>-<Storia di Matteo, e di Filippo Vill. [Villani] stampata in Firenze da' Giunti in quarto: citasi à libri, e capitoli, e sotto nome di Matteo s'intende ancora quella di Filippo.>  M. V. 9. 97. Lo giorno di Pasqua rosata a dì 23. di Maggio [cioè la Pentecoste, così detta, per venir nel tempo, che son le rose]