Ricerca del contesto

Esito della ricerca nel lemmario



Il lemma compare un' unica volta nel Vocabolario.

OBBEDIRE.
Vedi UBBIDIRE . Lat. obedire.
 <Novelle antiche nella novella 68 (Abbr. incompleta o ambigua).>-<Cento novelle stampate in Firenze da' Giunti. Citasi à Novelle, e à numero. Cominciando da ciascuna novella di dieci in dieci versi. In alcuni luoghi si è citato lo stamp. piu anticamente.>  N. ant. 68. Il quale obbediendo al Re, perverti tutto 'l fatto.
 <Dante nel Paradiso, canto 7>-<Poema, o vero la divina Commedia di Dante Alighieri, corretto dagli Accademici della Crusca. Stamp. in Firenze in Ottavo. Citansi i Capitoli di ciascheduna Cantica.>  Dan. Par. 7. Con umiltate obbediendo poi.
 <Petrarca nel Sonetto 310.>-<[Canzoniere, e capitoli di M. Francesco Petrarca, corretto da Alfonso Cambi Importuni, stampato in Lione l'anno 1574. Citansi le canzoni col numero di esse, cominciando a contar da una sino al fine: e di esse medesime si cita il numero delle stanze: sotto nome di Canzone intendiamo tutte le rime fuorchè i Sonetti, e Capitoli]. I Sonetti si citano con lo stesso ordine, annoverandogli dal primo infino al fine.>  Petr. Son. 310. Obbedire a natura in tutto è meglio.